Performance

21/07/2014 - ore 21.00 - Teatro Comunale Bolzano

BALLET PRELJOCAJ (F)

BALLET PRELJOCAJ (F)

→ Biglietti online

Empty moves (parts I, II & III)

Coreografia Angelin Preljocaj
Creazione sonora John Cage (Empty words)
Interpreti Nuriya Nagimova, Yurié Tsugawa, Fabrizio Clemente, Baptiste Coissieu
Assistente direzione artistica Youri Van den Bosch
Coreologo Dany Lévêque
Coproduzione Festival Montpellier Danse 2014, Théâtre de la Ville-Paris

 

PART III PRIMA NAZIONALE

Di Angelin Preljocaj il pubblico di Bolzano Danza conosce bene i grandi affreschi narrativi: Annonciation/Le Spectre/Le Sacre du printemps; Roméo et Juliette; Paysage après la bataille; Petit essai sur le temps qui passe/Noces sono tutti spettacoli visti al festival ancora presenti nella memoria. Ma il coreografo di origini albanesi attivo in Francia, oggi direttore artistico della compagnia che porta il suo nome installata al Pavillon Noir di Aix-en-Provence, è altrettanto noto per aver ideato lavori più intimi e astratti. Empty moves ne è forse l’esempio più illustre, nonché il lavoro di un decennio, essendo stato realizzato a più riprese. Le tre parti che lo compongono sono infatti nate rispettivamente nel 2004, nel 2007 e nel 2014. Anzi la terza parte deve ancora nascere perché il suo debutto mondiale è previsto al Festival Montpellier Danse qualche giorno prima di giungere a Bolzano.

Coreografato su Empty words di John Cage, a sua volta ispirata al saggio di Henry David Thoreau Disobbedienza civile (1948), trattato dal compositore come un oggetto da disintegrare in libertà, Empty moves ricalca le tracce della contestata performance di Cage al Teatro Lirico di Milano nel 1977. Performance la cui registrazione ha inglobato anche le pesanti e ostili reazioni degli spettatori dell’epoca. Un materiale sonoro che Preljocaj sottende alla danza partendo dallo stesso principio di costruzione/decostruzione complessa e analogica applicato da Cage, per affondare la lama nella pura ricerca, nell’essenza del movimento e nella sua precisione chirurgica.

A volte frammentario, a volte in risonanza con il fiume di parole del testo, a volte con il silenzio più assordante, il movimento gioca con la velocità e il ralenti, con l’accumulazione e l’epurazione dando prova di come i corpi possano riempire di sensualità il vuoto della scena e delle parole.
www.preljocaj.org

→ Biglietti online

Condividi:

< Torna Elenco

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per essere sempre aggiornato sul festival

Ticket online

Ticket on line
 
Accetto

INFORMATIVA BREVE.

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di “terze parti”.
E’ possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l’utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa.
Proseguendo la navigazione verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina “gestione dei cookies”.